PVC

PVC

 Innovazione, Sicurezza, Luminosità.

Tecnologia all’ avanguardia per ottenere serramenti di alto livello qualitativo, particolare importanza al risparmio energetico e rinforzo con acciaio per aumentare la sicurezza all’ effrazione. Eccezionale soluzione per ottenere il massimo dell’ illuminazione naturale.

PVC-Domus-Design-1

Schermata-2020-05-31-alle-23.30.10-1024x251

DOMUS CLASSIC

PVC-Domus-Classic-3

  • Sistema a battente
  • Rinforzo in ferro all’ interno dell’ anta e del telaio – Anta a ribalta
  • Chiusura anta secondaria con fermo a scatto
  • Vetro basso emissivo con gas argon
  • Incollaggio strutturale del vetro
  • Profilo certificato in clima severo

Permeabilità all’aria – UNI EN 12207 Si suddivide in cinque classi (da 0 a 4) e indica la capacità del serramento sottoposto a diverse pressioni di essere permeabile all’aria. I nostri prodotti hanno ottenuto tutti la Classe 4, che è il miglior risultato. Resistenza al vento – UNI EN 12210 Si suddivide in sei classi (da 0 a 5) associate a tre lettere (A,B,C) in base alla freccia frontale di deformazione del serramento. La classe migliore è la 5 seguita dalla lettera C. I nostri serramenti hanno ottenuto tutti ottimi risultati. Tenuta all’acqua – UNI EN 12208 Questa prova garantisce la capacità di tenuta all’acqua del serramento al variare della pressione incidente. Le classi sono undici, relative alle diverse pressioni applicate (da 0 a 9 fino a 600 Pascal, oltre i 600 Pascal si riporta il valore raggiunto in numero). Al numero della classe sono associate due lettere (A per serramenti completamente esposti, B per serramenti parzialmente protetti).
La produzione del PVC per i serramenti viene definita pulita, rispetto ad infissi realizzati con altri materiali come legno, alluminio ecc… Questa sua caratteristica è legata al ciclo produttivo del PVC, infatti questo comporta una produzione modestissima di polvere, un’emissione minima di ossido di carbonio ed una bassa diffusione di anidride solforosa. Inoltre i PVC per i serramenti riducono l’inquinamento, perché la produzione del PVC richiede un impiego ridotto di energia, sicuramente inferiore rispetto all’energia impiegata per produrre altri materiali, come ad esempio l’alluminio. Un’altra caratteristica è l’isolamento termico che consente un ulteriore risparmio energetico poiché riducono il consumo di energia legato all’impiego degli impianti di riscaldamento e di condizionamento degli edifici, con conseguente riduzione dell’inquinamento dell’aria. Il PVC, inoltre è un materiale che si può riciclare, infatti gli sfridi derivanti dall’estrusione del profilato, così come i residui di produzione del serramento ed i vecchi infissi in PVC possono essere macinati e termorefusi per poi poter essere riutilizzati. Il PVC è un materiale che non assorbe acqua, la termosaldatura degli angoli rende infatti la finestra un corpo solidale, continuo e privo di giunzioni. La particolare sagoma del profilo, inoltre, facilita lo scivolamento della pioggia all’esterno. Allo stesso tempo però, la finestra in PVC consente l’evacuazione di eventuali infiltrazioni attraverso camere di drenaggio. L’infisso in PVC inoltre presenta delle guarnizioni elastiche sulle battute, che contribuiscono a rendere ancora più impermeabile il serramento. Oltre ad avere una buona resistenza all’acqua l’infisso in PVC resiste molto bene anche al vento, costituendo una solida barriera alla forza meccanica del vento. L’infisso in PVC costituisce di per sé un’importante protezione dall’inquinamento da rumore esterno. Inoltre questa sua caratteristica di isolare acusticamente gli ambienti viene accentuata nel momento in cui si utilizzano vetri specifici contro il rumore. Ultima caratteristica, ma non per questo meno importante, è legata alla sua capacità di resistente al fuoco: infatti la sua composizione che prevede una buona percentuale di cloro, circa il 57%, lo rende un polimero ignifugo. In questo modo l’infisso in PVC o anche qualsiasi altro elemento, limita in caso d’incendio la propagazione della fiamma. Inoltre a differenza di altre materie plastiche, il PVC è un materiale autoestinguente. In termini di classificazione, infatti, questo materiale secondo la norma italiana è un materiale di classe 1, all’interno di una scala che va da 0 a 5, dove alla classe 0 corrispondono i materiali non combustibili.

DOMUS DESIGN

PVC-Domus-Design-3

  • Sistema a battente
  • Rinforzo in ferro all’ interno dell’ anta e del telaio
  • Ferramenta con nottolini “autoregolanti”
  • Anta a ribalta con microventilazione
  • Apertura seconda anta con asta a leva
  • Cerniere frizionate
  • Vetro selettivo con gas argon
  • Incollaggio strutturale del vetro
  • Disponibile con copertina in alluminio (solo con anta squadrata) – Profilo certificato in clima severo
  • Disponibile con rinforzo termico all’ interno dell’ anta e del telaio (solo su richiesta)

Permeabilità all’aria – UNI EN 12207 Si suddivide in cinque classi (da 0 a 4) e indica la capacità del serramento sottoposto a diverse pressioni di essere permeabile all’aria. I nostri prodotti hanno ottenuto tutti la Classe 4, che è il miglior risultato. Resistenza al vento – UNI EN 12210 Si suddivide in sei classi (da 0 a 5) associate a tre lettere (A,B,C) in base alla freccia frontale di deformazione del serramento. La classe migliore è la 5 seguita dalla lettera C. I nostri serramenti hanno ottenuto tutti ottimi risultati. Tenuta all’acqua – UNI EN 12208 Questa prova garantisce la capacità di tenuta all’acqua del serramento al variare della pressione incidente. Le classi sono undici, relative alle diverse pressioni applicate (da 0 a 9 fino a 600 Pascal, oltre i 600 Pascal si riporta il valore raggiunto in numero). Al numero della classe sono associate due lettere (A per serramenti completamente esposti, B per serramenti parzialmente protetti).
La produzione del PVC per i serramenti viene definita pulita, rispetto ad infissi realizzati con altri materiali come legno, alluminio ecc… Questa sua caratteristica è legata al ciclo produttivo del PVC, infatti questo comporta una produzione modestissima di polvere, un’emissione minima di ossido di carbonio ed una bassa diffusione di anidride solforosa. Inoltre i PVC per i serramenti riducono l’inquinamento, perché la produzione del PVC richiede un impiego ridotto di energia, sicuramente inferiore rispetto all’energia impiegata per produrre altri materiali, come ad esempio l’alluminio. Un’altra caratteristica è l’isolamento termico che consente un ulteriore risparmio energetico poiché riducono il consumo di energia legato all’impiego degli impianti di riscaldamento e di condizionamento degli edifici, con conseguente riduzione dell’inquinamento dell’aria. Il PVC, inoltre è un materiale che si può riciclare, infatti gli sfridi derivanti dall’estrusione del profilato, così come i residui di produzione del serramento ed i vecchi infissi in PVC possono essere macinati e termorefusi per poi poter essere riutilizzati. Il PVC è un materiale che non assorbe acqua, la termosaldatura degli angoli rende infatti la finestra un corpo solidale, continuo e privo di giunzioni. La particolare sagoma del profilo, inoltre, facilita lo scivolamento della pioggia all’esterno. Allo stesso tempo però, la finestra in PVC consente l’evacuazione di eventuali infiltrazioni attraverso camere di drenaggio. L’infisso in PVC inoltre presenta delle guarnizioni elastiche sulle battute, che contribuiscono a rendere ancora più impermeabile il serramento. Oltre ad avere una buona resistenza all’acqua l’infisso in PVC resiste molto bene anche al vento, costituendo una solida barriera alla forza meccanica del vento. L’infisso in PVC costituisce di per sé un’importante protezione dall’inquinamento da rumore esterno. Inoltre questa sua caratteristica di isolare acusticamente gli ambienti viene accentuata nel momento in cui si utilizzano vetri specifici contro il rumore. Ultima caratteristica, ma non per questo meno importante, è legata alla sua capacità di resistente al fuoco: infatti la sua composizione che prevede una buona percentuale di cloro, circa il 57%, lo rende un polimero ignifugo. In questo modo l’infisso in PVC o anche qualsiasi altro elemento, limita in caso d’incendio la propagazione della fiamma. Inoltre a differenza di altre materie plastiche, il PVC è un materiale autoestinguente. In termini di classificazione, infatti, questo materiale secondo la norma italiana è un materiale di classe 1, all’interno di una scala che va da 0 a 5, dove alla classe 0 corrispondono i materiali non combustibili.

DOMUS ELEGANT

PVC-Domus-Elegant-3

  • Sistema a battente
  • Profilo con tre guarnizioni
  • Rinforzo in ferro all’ interno dell’ anta e del telaio – Ferramenta con nottolini “autoregolanti”
  • Anta a ribalta di serie con microventilazione
  • Apertura seconda anta con asta a leva
  • Cerniere frizionate
  • Vetro selettivo con gas argon
  • Canalina termica
  • Incollaggio strutturale del vetro
  • Profilo certificato in clima severo

Permeabilità all’aria – UNI EN 12207 Si suddivide in cinque classi (da 0 a 4) e indica la capacità del serramento sottoposto a diverse pressioni di essere permeabile all’aria. I nostri prodotti hanno ottenuto tutti la Classe 4, che è il miglior risultato. Resistenza al vento – UNI EN 12210 Si suddivide in sei classi (da 0 a 5) associate a tre lettere (A,B,C) in base alla freccia frontale di deformazione del serramento. La classe migliore è la 5 seguita dalla lettera C. I nostri serramenti hanno ottenuto tutti ottimi risultati. Tenuta all’acqua – UNI EN 12208 Questa prova garantisce la capacità di tenuta all’acqua del serramento al variare della pressione incidente. Le classi sono undici, relative alle diverse pressioni applicate (da 0 a 9 fino a 600 Pascal, oltre i 600 Pascal si riporta il valore raggiunto in numero). Al numero della classe sono associate due lettere (A per serramenti completamente esposti, B per serramenti parzialmente protetti).
La produzione del PVC per i serramenti viene definita pulita, rispetto ad infissi realizzati con altri materiali come legno, alluminio ecc… Questa sua caratteristica è legata al ciclo produttivo del PVC, infatti questo comporta una produzione modestissima di polvere, un’emissione minima di ossido di carbonio ed una bassa diffusione di anidride solforosa. Inoltre i PVC per i serramenti riducono l’inquinamento, perché la produzione del PVC richiede un impiego ridotto di energia, sicuramente inferiore rispetto all’energia impiegata per produrre altri materiali, come ad esempio l’alluminio. Un’altra caratteristica è l’isolamento termico che consente un ulteriore risparmio energetico poiché riducono il consumo di energia legato all’impiego degli impianti di riscaldamento e di condizionamento degli edifici, con conseguente riduzione dell’inquinamento dell’aria. Il PVC, inoltre è un materiale che si può riciclare, infatti gli sfridi derivanti dall’estrusione del profilato, così come i residui di produzione del serramento ed i vecchi infissi in PVC possono essere macinati e termorefusi per poi poter essere riutilizzati. Il PVC è un materiale che non assorbe acqua, la termosaldatura degli angoli rende infatti la finestra un corpo solidale, continuo e privo di giunzioni. La particolare sagoma del profilo, inoltre, facilita lo scivolamento della pioggia all’esterno. Allo stesso tempo però, la finestra in PVC consente l’evacuazione di eventuali infiltrazioni attraverso camere di drenaggio. L’infisso in PVC inoltre presenta delle guarnizioni elastiche sulle battute, che contribuiscono a rendere ancora più impermeabile il serramento. Oltre ad avere una buona resistenza all’acqua l’infisso in PVC resiste molto bene anche al vento, costituendo una solida barriera alla forza meccanica del vento. L’infisso in PVC costituisce di per sé un’importante protezione dall’inquinamento da rumore esterno. Inoltre questa sua caratteristica di isolare acusticamente gli ambienti viene accentuata nel momento in cui si utilizzano vetri specifici contro il rumore. Ultima caratteristica, ma non per questo meno importante, è legata alla sua capacità di resistente al fuoco: infatti la sua composizione che prevede una buona percentuale di cloro, circa il 57%, lo rende un polimero ignifugo. In questo modo l’infisso in PVC o anche qualsiasi altro elemento, limita in caso d’incendio la propagazione della fiamma. Inoltre a differenza di altre materie plastiche, il PVC è un materiale autoestinguente. In termini di classificazione, infatti, questo materiale secondo la norma italiana è un materiale di classe 1, all’interno di una scala che va da 0 a 5, dove alla classe 0 corrispondono i materiali non combustibili.

DOMUS ALZANTE SCORREVOLE

PVC-Domus-Alzante-scorrevole-3

  • Sistema scorrevole
  • Rinforzo in ferro all’ interno dell’ anta e del telaio – Soglia ribassata da 20mm (su richiesta)
  • Portata massima dei carrelli fino a 300kg
  • Vetro selettivo con gas argon
  • Incollaggio strutturale del vetro
  • Profilo certificato in clima severo

Permeabilità all’aria – UNI EN 12207 Si suddivide in cinque classi (da 0 a 4) e indica la capacità del serramento sottoposto a diverse pressioni di essere permeabile all’aria. I nostri prodotti hanno ottenuto tutti la Classe 4, che è il miglior risultato. Resistenza al vento – UNI EN 12210 Si suddivide in sei classi (da 0 a 5) associate a tre lettere (A,B,C) in base alla freccia frontale di deformazione del serramento. La classe migliore è la 5 seguita dalla lettera C. I nostri serramenti hanno ottenuto tutti ottimi risultati. Tenuta all’acqua – UNI EN 12208 Questa prova garantisce la capacità di tenuta all’acqua del serramento al variare della pressione incidente. Le classi sono undici, relative alle diverse pressioni applicate (da 0 a 9 fino a 600 Pascal, oltre i 600 Pascal si riporta il valore raggiunto in numero). Al numero della classe sono associate due lettere (A per serramenti completamente esposti, B per serramenti parzialmente protetti).
La produzione del PVC per i serramenti viene definita pulita, rispetto ad infissi realizzati con altri materiali come legno, alluminio ecc… Questa sua caratteristica è legata al ciclo produttivo del PVC, infatti questo comporta una produzione modestissima di polvere, un’emissione minima di ossido di carbonio ed una bassa diffusione di anidride solforosa. Inoltre i PVC per i serramenti riducono l’inquinamento, perché la produzione del PVC richiede un impiego ridotto di energia, sicuramente inferiore rispetto all’energia impiegata per produrre altri materiali, come ad esempio l’alluminio. Un’altra caratteristica è l’isolamento termico che consente un ulteriore risparmio energetico poiché riducono il consumo di energia legato all’impiego degli impianti di riscaldamento e di condizionamento degli edifici, con conseguente riduzione dell’inquinamento dell’aria. Il PVC, inoltre è un materiale che si può riciclare, infatti gli sfridi derivanti dall’estrusione del profilato, così come i residui di produzione del serramento ed i vecchi infissi in PVC possono essere macinati e termorefusi per poi poter essere riutilizzati. Il PVC è un materiale che non assorbe acqua, la termosaldatura degli angoli rende infatti la finestra un corpo solidale, continuo e privo di giunzioni. La particolare sagoma del profilo, inoltre, facilita lo scivolamento della pioggia all’esterno. Allo stesso tempo però, la finestra in PVC consente l’evacuazione di eventuali infiltrazioni attraverso camere di drenaggio. L’infisso in PVC inoltre presenta delle guarnizioni elastiche sulle battute, che contribuiscono a rendere ancora più impermeabile il serramento. Oltre ad avere una buona resistenza all’acqua l’infisso in PVC resiste molto bene anche al vento, costituendo una solida barriera alla forza meccanica del vento. L’infisso in PVC costituisce di per sé un’importante protezione dall’inquinamento da rumore esterno. Inoltre questa sua caratteristica di isolare acusticamente gli ambienti viene accentuata nel momento in cui si utilizzano vetri specifici contro il rumore. Ultima caratteristica, ma non per questo meno importante, è legata alla sua capacità di resistente al fuoco: infatti la sua composizione che prevede una buona percentuale di cloro, circa il 57%, lo rende un polimero ignifugo. In questo modo l’infisso in PVC o anche qualsiasi altro elemento, limita in caso d’incendio la propagazione della fiamma. Inoltre a differenza di altre materie plastiche, il PVC è un materiale autoestinguente. In termini di classificazione, infatti, questo materiale secondo la norma italiana è un materiale di classe 1, all’interno di una scala che va da 0 a 5, dove alla classe 0 corrispondono i materiali non combustibili.

DOMUS ISLIDE

PVC-Domus-Islide-3

  • Sistema scorrevole
  • Rinforzo in ferro all’ interno dell’ anta e del telaio
  • Telaio da 70mm abbinabile con tutti i telai serie Domus – Disponibile a due, tre, quattro o sei ante
  • Vetro selettivo con gas argon
  • Incollaggio strutturale del vetro
  • Profilo certificato in clima severo

Permeabilità all’aria – UNI EN 12207 Si suddivide in cinque classi (da 0 a 4) e indica la capacità del serramento sottoposto a diverse pressioni di essere permeabile all’aria. I nostri prodotti hanno ottenuto tutti la Classe 4, che è il miglior risultato. Resistenza al vento – UNI EN 12210 Si suddivide in sei classi (da 0 a 5) associate a tre lettere (A,B,C) in base alla freccia frontale di deformazione del serramento. La classe migliore è la 5 seguita dalla lettera C. I nostri serramenti hanno ottenuto tutti ottimi risultati. Tenuta all’acqua – UNI EN 12208 Questa prova garantisce la capacità di tenuta all’acqua del serramento al variare della pressione incidente. Le classi sono undici, relative alle diverse pressioni applicate (da 0 a 9 fino a 600 Pascal, oltre i 600 Pascal si riporta il valore raggiunto in numero). Al numero della classe sono associate due lettere (A per serramenti completamente esposti, B per serramenti parzialmente protetti).
La produzione del PVC per i serramenti viene definita pulita, rispetto ad infissi realizzati con altri materiali come legno, alluminio ecc… Questa sua caratteristica è legata al ciclo produttivo del PVC, infatti questo comporta una produzione modestissima di polvere, un’emissione minima di ossido di carbonio ed una bassa diffusione di anidride solforosa. Inoltre i PVC per i serramenti riducono l’inquinamento, perché la produzione del PVC richiede un impiego ridotto di energia, sicuramente inferiore rispetto all’energia impiegata per produrre altri materiali, come ad esempio l’alluminio. Un’altra caratteristica è l’isolamento termico che consente un ulteriore risparmio energetico poiché riducono il consumo di energia legato all’impiego degli impianti di riscaldamento e di condizionamento degli edifici, con conseguente riduzione dell’inquinamento dell’aria. Il PVC, inoltre è un materiale che si può riciclare, infatti gli sfridi derivanti dall’estrusione del profilato, così come i residui di produzione del serramento ed i vecchi infissi in PVC possono essere macinati e termorefusi per poi poter essere riutilizzati. Il PVC è un materiale che non assorbe acqua, la termosaldatura degli angoli rende infatti la finestra un corpo solidale, continuo e privo di giunzioni. La particolare sagoma del profilo, inoltre, facilita lo scivolamento della pioggia all’esterno. Allo stesso tempo però, la finestra in PVC consente l’evacuazione di eventuali infiltrazioni attraverso camere di drenaggio. L’infisso in PVC inoltre presenta delle guarnizioni elastiche sulle battute, che contribuiscono a rendere ancora più impermeabile il serramento. Oltre ad avere una buona resistenza all’acqua l’infisso in PVC resiste molto bene anche al vento, costituendo una solida barriera alla forza meccanica del vento. L’infisso in PVC costituisce di per sé un’importante protezione dall’inquinamento da rumore esterno. Inoltre questa sua caratteristica di isolare acusticamente gli ambienti viene accentuata nel momento in cui si utilizzano vetri specifici contro il rumore. Ultima caratteristica, ma non per questo meno importante, è legata alla sua capacità di resistente al fuoco: infatti la sua composizione che prevede una buona percentuale di cloro, circa il 57%, lo rende un polimero ignifugo. In questo modo l’infisso in PVC o anche qualsiasi altro elemento, limita in caso d’incendio la propagazione della fiamma. Inoltre a differenza di altre materie plastiche, il PVC è un materiale autoestinguente. In termini di classificazione, infatti, questo materiale secondo la norma italiana è un materiale di classe 1, all’interno di una scala che va da 0 a 5, dove alla classe 0 corrispondono i materiali non combustibili.
Ogni serramento vive con noi, poniamo particolare attenzione ai dettagli perchè sappiamo che ogni infisso diventa poi parte integrante della vostra abitazione. E’ un bene duraturo che dà valore alla casa e migliora la qualità della vita. E’ questa consapevolezza la più grande virtù dei nostri infissi.

deceuninck-finestre

logo_alphacan